Esistenzialismo e anima guerriera in Adversus: l’ultimo album dei Colle der Fomento.

Sono passati già due anni dall’uscita di Adversus, quarto album dei romani Colle der Fomento, eppure, ancora oggi, non posso fare a meno di ascoltarlo. Prodotto da Bassi Maestro, Dj Craim e Little Tony Negri, l’album si rivela originale sin dalla copertina in cui è ritratta una maschera da guerra Menpō, usata anticamente dai guerrieri nipponici. Adversus, termine latino che si traduce con le parole opposto/avverso, rappresenta, molto probabilmente, l’album più maturo della compagine romana e può considerarsi, citando direttamente il primo brano della tracklist, come storia di una lunga guerra ovvero la battaglia intima e introspettiva e con il mondo, sempre più freddo ed arido, condotta dall’individuo:

C’è una guerra là fuori non puoi startene in disparte
C’è una guerra dentro, ti consuma nella mente e carne
C’è un nemico che spara se non spari tu per primo
E c’è un nemico nel riflesso dello specchio ogni mattino
E vuole uccidere me, sì ma non è ancora il momento
Ancora tengo banco e lotto in questa notte cor silenzio […]

(Colle der Fomento – Storia di una lunga guerra)

I testi del disco, come sempre taglienti e dalla metrica impeccabile, assumono in questo lavoro una dimensione intima ed esistenziale che si connette alla realtà circostante in cui i Colle der Fomento non sembrano proprio ritrovarsi. Ciò, ad esempio, si evince in brani come Eppure sono qui o in Noodles dove gli artisti, nonostante un sentimento di perdizione, dettato dalle condizioni della società circostante ma anche da episodi strettamente intimi e personali, continuano a lottare e a sputare, come un pugile in combattimento, il loro sangue:

[…] Ho preso qualche treno, qualche nave
Qualche sogno qualche tempo fa
Seguendo un’intuizione e poi sono tornato qua
Coi miei bagagli a mano su per tutte queste scale
Scalciando contro il cielo, scavando sul fondale
Senza pensare a ciò che ho perso nel tragitto
Tenendo stretto il meglio di me stesso che non ho mai scritto
Ringhiando al buio contro una parete
Grattando via la quiete […]
(Colle der FomentoNoodles)

La lotta della band, che può definirsi in un certo senso autoconsapevolezza, si spinge ad una forte rottura, come si coglie in Penso diverso, forse il più politicamente impegnato dell’album, contro le mediocri ideologie politiche sorte in Italia e in altre aree d’Europa le quali, sempre più spesso, incidono a discapito delle persone più deboli:


[…] Mentre il mondo intorno si sgretola
Tu chiudi la tua porta e spegni il segnale
È un confine sottile
Chi è dentro è dentro, chi è fuori è un bersaglio
Mentre sogni un fucile da puntare
Su ogni singolo errore, ogni singolo sbaglio […]
 (Colle der FomentoPenso diverso)

Tutto ciò viene sorretto e impreziosito dal ‘sound’ di Dj Craim che crea sonorità innovative che trasmettono un’atmosfera ricercata che si sposa perfettamente con la struttura testuale dell’album. Ciò, ad esempio, si evince dal fischio iniziale presente in Storia di una lunga guerra (che coincide volutamente a quello finale dell’album contenuto nel brano Mempo), dagli accordi di chitarra essenziali quanto penetranti in Eppure sono qui, dal suono cupo e nostalgiche di pezzi come Polvere, che rimanda alle riflessioni sull’esistenza e la morte o dall’hardcore veloce e rabbioso in Mempo. L’album si avvale inoltre di importanti featuring come si può cogliere con Kaos (in Sergio Leone e Miglia e promesse) e dalla tromba di Roy Paci (in Polvere) che testimoniano, nuovamente, l’impegno profuso dai Colle per la realizzazione di questo disco. La battaglia personale e civile, condotta da Danno, Masito e Dj Baro, in Adversus si conclude con l’ultimo brano hardcore Mempo in cui riemerge, dopo il dolore e le sofferenze, l’anima guerriera e combattiva dei Colle der Fomento.

Tracklist:

  1. Storia di una lunga guerra – 3:44
  2. Eppure sono qui – 4:14
  3. Nulla Virtus – 3:32
  4. Noodles – 3:36
  5. Lettere d’Argento – 3:19
  6. Adversus – 3:09
  7. Penso diverso – 4:58
  8. Sergio Leone (feat. Kaos One) – 3:34
  9. Nostargia – 3:32
  10. Miglia e promesse(feat. Kaos One)  – 3:32
  11. Musica e fumo (Re-Edit) – 4:23
  12. Polvere (Roy Paci) – 5:43
  13. Mempo – 3:39

Jes

http://www.collederfomento.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...